La storia vuole diversi rituali scaramantici, in sé inefficaci ma molto rispettati.
Uno di questi era appunto l’usanza di consumare il cotechino con la lingua, nel giorno dell’Ascensione.

Questo rito, nella cultura del territorio Veneto, avrebbe protetto dal morso letale delle vipere.